CANTI MIGRANTI

MUSICA DAI PORTI DEL MONDO LIVE PROJECT


 Dall’Italia al Portogallo, sino ad arrivare in America latina, il repertorio di Canti Migranti esplora tradizioni musicali appartenenti a nazioni con un’importante storia marittima. Dal Fado di Lisbona, tradizionalmente noto per essere nato dal canto di un marinaio al tango argentino, dalla ranchera messicana al pasillo ecuadoriano, dal Bolero sino ad arrivare alla canzone classica napoletana, i viaggi dell'uomo nella storia di queste nazioni, sono stati cruciali per determinare la grande affinità sonora e tematica fra queste tradizioni popolari. Gli studi antropologico-musicali hanno evidenziato che il trait d'union culturale di questi generi (Tango, Fado, Ranchera, Vals Porteño, Bolero) è l'ambiente della marginalità, delle classi operaie e della prostituzione, legato alla vita quotidiana a ridosso dei porti; temi ricorrenti sono: la gelosia, il tradimento, l'abbandono, il sentimento di fatalismo e nostalgia per un amore che non si può vivere, le bettole, il malaffare, la partenza e la nostalgia della propria terra lontana.

 Il repertorio proposto comprende brani di autoria di Luisa Notarangelo, cantante e ideatrice del progetto Canti Migranti, brani editi nel suo album Terras de Portugal (2014), brani di tradizione portuense italiana e brani di rinomati compositori latino-americani; nel live si alternano brani di E.A.Mario, Carlos Gardel, Sebastian Iradier, Abundio Martinez, J.C.Cobián, Gonzalo Vera Santos.  

Canti migranti è un viaggio musicale tra culture che hanno accolto ed integrato tradizioni letterarie e musicali europee, fondendole, e che per questa ragione assumono molti punti di contatto.

Il progetto è nato nel 2017 dalla collaborazione di Luisa Notarangelo con il chitarrista Christian Cassano, che ha curato gli arrangiamenti, con la volontà di promuovere le tradizioni musicali portuensi. Il progetto ha debuttato in duo chitarra e voce nel 2017, integrando poi le sonorità di una seconda chitarra e di un bandoneón, nel rispetto delle tradizioni musicali presentate, curando gli arrangiamenti con una particolare attenzione all’impianto strutturale originario dei brani, al fine di evitare confusioni stilistiche o approssimazioni dei generi popolari proposti nel live.

 Canti migranti sarà anche il titolo del secondo EP in studio di Luisa Notarangelo che raccoglierà cover e alcuni inediti ispirati alle tradizioni popolari proposte nel live.

 

Canti Migranti: music from seaports of the world Live project

From Italy to Portugal, reaching South America, the musical repertoire of Canti Migranti explores musical genres linked to the nations with an important seafaring history. From Lisbon Fado, traditionally known to be born from a mariner chant, to argentinian Tango, from mexican Rancheras to Ecuadorian Pasillo, from Bolero reaching classical neapolitan songbook, the travels of people in the history of these countries were crucials to determine the sound and theme similarity between these musical genres. The anthropological studies of chilean Miguel Angel Vera Sepulveda about musical genres of seaports (Tango, Fado, Ranchera, Vals Porteño, Bolero) have highlighted that trait d'union of these genres is the framework of marginality, working-class people and prostitution, linked to daily life close to the ports; recursive themes are: jelousy, betrayal, abandon, the feeling of fatalism and nostalgia for an unlivable love, disreputable locations, crime, neighborhood life, the departures and nostalgia for own distant homeland.

The musical repertoire includes songs by Luisa Notarangelo, composer, singer and creator of Canti Migranti project (songs edited in the album Terras de Portugal 2014), songs from italian maritime tradition and songs by well-known american-latin composer such as Carlos Gardel, Sebastian Iradier, Gonzalo Vera Santos, Abundio Martinez, J.C.Cobián.

  Canti Migranti is a musical journey among cultures whom inherited and integrated literary and musical traditions of Europe, blending them together, and for this reason have got many touch points as well as in a melting pot.

Canti Migranti live project was born by January 2017 from the artistic collaboration between Luisa Notarangelo and the guitarist Christian Cassano (arrangements) with the will to promote the musical tradition of seaport music genres. The project debuted as duo (voice/guitar) in September 2017 and it has after added a second guitar and a bandoneón, treating the arrangements to respect traditional music genres, to avoid any stylistic mistake or approximations in these popular traditions. 

Canti Migranti will also be the title of the second studio recorded EP of Luisa Notarangelo, which will include cover and original unedited tracks, inspired by musical genres of this live project, particularly linked to fado and tango.

 


LUSITANGO LIVE PROJECT

La tradizione del Tango della guardia vieja e dell'Epoca de Oro, si incontra con la poetica del Fado di Lisbona. Il repertorio del Lusitango project comprende le passionali liriche argentine su brani di C.Gardel, S.Piana, L.Demare, A.Troilo, e viaggia anche in terra lusitana, il Portogallo, terra di esploratori e di Fado, in cui Oulman, Camões e altri hanno narrato la storia marittima di un popolo, tra saudade e immaginario cittadino. Lusitango è un viaggio musicale tra due culture, quella portoghese e quella argentina, che hanno accolto ed integrato tradizioni letterarie e musicali europee, fondendole, e che per questa ragione assumono molti punti di contatto. Gli studi antropologico-musicali del cileno Miguel Angel Vera Sepulveda (1999) sui generi musicali portuensi (Tango, Fado, Ranchera, Vals criollo, Vals Porteño, Bolero) hanno evidenziato che il trait d'union culturale di questi generi è l'ambiente della marginalità, delle classi operaie e della prostituzione, legato alla vita quotidiana a ridosso dei porti; sia nel Fado che nel tango i temi ricorrenti sono: la gelosia, il tradimento, l'abbandono, il sentimento di fatalismo e nostalgia per un amore che non si può vivere, le bettole, il malaffare, la vita di quartiere, la partenza e la nostalgia della propria terra lontana. Il repertorio di Lusitango project comprende brani tra cui, Mi Buenos Aires Querido, Malena, Niebla del Riachuelo, Milonga sentimental, Flores del alma, Fado Menor, Cabeça de vento, Gaivota. Il Lusitango project, nato dall’idea di Luisa Notarangelo, cantante e compositrice, divulga questi generi musicali rispettandone i caratteri tipici,  reinterprentando i brani proposti e sintetizzandone i contorni caratteristici.